Come sostenere il Centro

L’insegnamento del Buddha offre un metodo adogmatico di conoscenza di sé e di ciò che ci circonda.
La comprensione dell’interdipendenza dei fenomeni fonda e sostiene un’intelligenza della compassione che è alla base dell’etica buddista. L’aspirazione a non procurare alcun tipo di sofferenza ad alcun essere vivente è la base di partenza per costruire un’autentica cultura di pace.

Quali sono le condizioni ideali

Lo sviluppo della propria mente discende in essenza dalla qualità della pratica. Anche le condizioni ambientali/logistiche sono, soprattutto all’inizio, un supporto importante. Tra queste:
• La presenza di Maestri qualificati e la loro adeguata accoglienza (vitto, alloggio, trasferimenti).
• La formazione di traduttori competenti cui garantire mezzi di sostentamento che consentano di gestire professionalmente il compito affidato.
• Spazi silenziosi ed accoglienti che siano occasioni per l’ascolto e la pratica degli insegnamenti nonché luoghi di condivisione e socializzazione tra i praticanti.
• La produzione, preservazione e raccolta di materiale cartaceo, audio e video.
• L’organizzazione di eventi tra cui gli incontri con la Comunità e le Istituzioni locali nonché confronti e scambi di esperienze con altre tradizioni.

Contesto socio economico

Attualmente in Italia è possibile parlare di tre livelli nei rapporti tra lo Stato e le altre confessioni religiose.
• Un rapporto privilegiato con la Chiesa cattolica regolato specificamente dall’art. 7 della Costituzione e dai patti concordatari del 1984.
• Un secondo gruppo di confessioni legate al ceppo giudaico-cristiano beneficia di specifiche leggi in conseguenza di Intese intervenute con lo Stato.
• L’ultimo livello riguarda confessioni che per motivi diversi non accedono alle agevolazioni di varia natura sancite nei rapporti dei primi due livelli. La tradizione buddhista appartiene a quest’ultimo livello. L’intesa firmata con lo Stato italiano nel 1998 non è mai stata tradotta in legge e di conseguenza non è possibile accedere a talune agevolazioni tra cui i benefici dell’otto per mille.
• Per prevalenti ragioni storiche legate alla giovane vita del buddhismo in occidente, questa tradizione non può contare su proprietà in grado di garantire spazi per attività o rendite che possano favorire l’aspetto organizzativo. L’insegnamento della tradizione tibetana giunge prevalentemente da zone del mondo molto povere. Il governo tibetano, in particolare, è fortemente impegnato a consentire l’esistenza stessa di un Tibet autonomo. Nessun supporto economico esterno è pertanto ipotizzabile.

IMG_0986
ctc 4
IMG_0983

Come si sostiene il Centro

Il Centro Tara Cittamani è un’associazione senza scopo di lucro. L’iscrizione annua che comprende il periodo che va dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno ha un costo di 5 euro. Il Centro si propone di svolgere quasi tutte le attività, in particolare quelle con i Lama ad offerta libera, e questo sulla base dell’impossibilità di quantificare la preziosità degli insegnamenti. Anche laddove siano previste delle quote corso chi non dispone del denaro sufficiente può partecipare magari offrendo una parte del proprio tempo per le varie mansioni di natura organizzativa.

Il Centro sostiene delle spese notevoli durante l’anno che vanno dall’affitto della struttura, alle varie bollette, al vitto, alloggio e trasferte dei Maestri ecc ecc. L’unica vera risorsa che consente la vita del Centro e permette soprattutto una qualche progettualità è la generosità dei praticanti.

Come sostenerci

Senza questo fondamentale contributo il Centro si troverebbe a dover richiedere quote corso che potrebbero escludere o scoraggiare la partecipazione. Peggio ancora: il Centro potrebbe addirittura interrompere le proprie attività o ridurle drasticamente.

Come puoi aiutarci

Se condividi l’idea che una vera pace discenda da una mente compassionevole e saggia e che il Buddismo possa offrire un valido supporto per lo sviluppo di queste qualità ti chiediamo umilmente di unirti a noi nel sostenere il Centro Tara Cittamani e le sue attività. Ogni forma di aiuto sarà preziosissima a partire dai tuoi consigli. Noi ci permettiamo di suggerire un bonifico periodico che consenta al Centro una programmazione a medio/lungo termine.

Ecco dunque la proposta minima di supporto:

Bonifico bancario di almeno 8 euro al mese (27 centesimi al giorno)

Con un versamento mensile uguale o superiore ai 30 euro diverrai a tutti gli effetti socio sostenitore del Centro e potrai avere accesso all’area riservata.

Coordinate bancarie:
Associazione Tara Cittamani
Banca Etica ABI 05018 – CAB 12101 – CC 125719
Codice IBAN: IT 66 S 050 1812 1010 0000 0125 719