Slide background
Slide background
Slide background

Centro per lo Studio della Psicologia e Filosofia Buddhista Tibetana

Possano tutti gli esseri senzienti ottenere la felicità e le sue cause.
Possano tutti gli esseri senzienti essere liberi dalla sofferenza e dalla sua cause.
Possano tutti gli esseri senzienti essere inseparabili dalla beatitudine priva di dolore.
Possano tutti gli esseri senzienti dimorare nell’equanimitàlibera dai pregiudizi dalla bramosia e dall’odio.


Iscriviti subito

Registrati alla nostra newsletter!

Iscrivendoti alla nostra newsletter resterai sempre informato sulle novità del Centro

Iscriviti subito

Agenda

mag
3
mar
2016
CORSO DI MEDITAZIONE
mag 3 @ 20:30

CORSO DI MEDITAZIONE

A partire dal 10 Novembre, ogni martedi ci sarà un corso di meditazione  dalle 20,30 alle 22,00, il corso ad offerta libera, è aperto a tutti, anche a chi non ha esperienza di meditazione.

Insieme cercheremo di capire:

– cosa si intende per meditazione

– perché si medita

– come meditare

Gli incontri prevedono sessioni di meditazione concentrativa, chiamata:  shinè (tibetano), samatha (sanscrito) o calmo dimorare, in cui si porta l’attenzione sul respiro per lo sviluppo di concentrazione e consapevolezza; sessioni di meditazione analitica, chiamata: lha tong (tibetano),vipashyana (sanscrito) o visione superiore, in cui attraverso meditazioni guidate analizzeremo diversi soggetti quali: l’amore, la gentilezza, il valore della vita umana, la compassione, la sofferenza, la natura effimera dei fenomeni, la saggezza, ed altri ancora.

La meditazione faciliterà la quiete mentale, favorirà l’introspezione e l’interiorizzazione dei concetti presentati portando gradualmente alla trasformazione della propria mente.

il corso è ad offerta libera

Il corso è tenuto da Marco Parolin, studente di Dharma dal 1996. I suoi maestri  principali sono: Sua Santità il Dalai Lama, Lama Zopa Rinpoce, Denma Locho Rinpoce, Dagri Rinpoce,  Ghesce Ciampa Ghiatso, ed altri Lama tibetani. Dal 2005 conduce corsi di meditazione, dal 2012 è direttore del Centro Tara Cittamani.

mag
5
gio
2016
UNA NUOVA ETICA PER UN MONDO DI PACE- Ghesce Dondup Tsering
mag 5 @ 20:30

UNA NUOVA ETICA PER UN MONDO DI PACE- Ghesce Dondup Tsering

Cari Amici,

inizia giovedì 7 Aprile alle 20,30 il corso “Una nuova etica per un mondo di pace” con Ghesce Dondup Tsering.

La sfida per questo nuovo millennio è costruire un mondo di pace per tutti gli esseri, questo è possibile costruendo un cuore pacifico per noi in prima persona per poi riuscire a dare il nostro contributo per un mondo di pace. Alla base di questo sviluppo c’è l’etica che non solo porta ad astenersi dal compiere il male ma che accompagna l’individuo ad impegnarsi nella generosità, nella pazienza, sempre con gioia e attenzione sorrette dalla saggezza che è il fondamento di tutte le buone qualità.

Il corso ad offerta libera è adatto a tutti.

Ghesce Dundup in modo semplice e diretto fornirà utili indicazioni per la nostra trasformazione interiore.

Ghesce Dondup Tsering è nato nel 1971 in una famiglia di contadini a Tawang nell´Arunachal Pradesh, una zona dell´Himalaya Indiana vicino al confine con il Tibet. Ha nove tra fratelli e sorelle. Ghesce Dondup Tsering era il figlio maschio più piccolo. A causa delle difficoltà economiche della famiglia egli non poteva frequentare la scuola. Lavorava come pastore, accudendo le mucche e le pecore dei suoi vicini. Ghesce Dondup Tsering aveva però il grande desiderio di studiare la filosofia buddhista e si sentiva ispirato quando vedeva i monaci. Per questo chiedeva ripetutamente ai genitori di poter studiare. Finalmente gli consentirono di frequentare uno zio monaco. Nel 1981, quando il Dalai Lama diede l’iniziazione di Kalachakra nell´Arunachal Pradesh, Ghesce Dondup Tsering incontrò molti monaci, che gli consigliarono di frequentare uno dei grandi monasteri del sud dell’India. All’età di quindici anni si trasferì al monastero di Sera Je assieme a un amico del suo stesso villaggio. Fu subito accettato nella classe di filosofia e si stabilì nella casa Drati-Kamtsen destinata ai monaci di provenienza di quella zona dell’Himalaya, sotto la guida di Lama Zopa Rinpoce.
Ghesce Dondup Tsering si sentiva molto fortunato perché poteva entrare nel grande monastero e realizzare il suo sogno di diventare monaco. Inizialmente la residenza al monastero fu molto dura, perché non aveva abbastanza da mangiare e le condizioni di vita non erano molto buone. Fortunatamente dopo tre anni una signora di Trieste iniziò a sponsorizzarlo. Questo gli permise di seguire un percorso di studi molto impegnativo che durò 16 anni, fino all’esame finale di Ghesce Lharampa nel 2002. Per completare gli studi frequentò per un anno il collegio tantrico Gyumed.

Dal 2004 al 2006 Ghesce Dondup Tsering è stato membro del comitato per la supervisione della costruzione del nuovo tempio per il Drati Kamtsen. Dal 2005 al 2008 ha insegnato filosofia buddhista ai giovani monaci e ha fatto parte del comitato per gli studi filosofici di Sera-je, che si occupa tra l’altro degli esami per gli studenti.
Nel 2009 Lama Zopa Rinpoce ha chiesto a Ghesce Dondup Tsering di diventare Lama residente presso il Centro Kushi Ling di Arco (Tn) e di insegnare anche in altri centri italiani. Egli ha accettato volentieri, ricordando la generosità del suo mecenate italiano. Il 14 aprile 2010 è arrivato in Italia e il 20 aprile ha dato i primi insegnamenti in Italia.

Da settembre 2014 ha accettato di insegnare il Basic Program presso il Centro Tara Cittamani di Padova. Da Aprile 2016 è Lama residente del Centro Tara Cittamani di Padova.

mag
7
sab
2016
VERITA’ DEL SENTIERO- Ven.Ghesce Dondup Tsering
mag 7 @ 15:00
VERITA’ DEL SENTIERO- Ven.Ghesce Dondup Tsering

 

Cari Amici,

il Venerabile Ghesce Dondup Tsering il week end del 7 e 8 maggio ci introdurrà alla “Verità della Cessazione”.  In questo week end sarà approfondita l’ultima delle Quattro Nobili Verità mettendo in rilievo il sentiero dei tre addestramenti: l’addestramento all’etica, l’addestramento alla concentrazione e l’addestramento alla saggezza.

Questo il programma:

sabato 7 Maggio dalle 15,00 alle 18,00

domenica 8 Maggio dalle 10,00 alle 12,30

Gli insegnamenti sono ad offerta libera

Ghesce Dondup Tsering è nato nel 1971 in una famiglia di contadini a Tawang nell´Arunachal Pradesh, una zona dell´Himalaya Indiana vicino al confine con il Tibet. Ha nove tra fratelli e sorelle. Ghesce Dondup Tsering era il figlio maschio più piccolo. A causa delle difficoltà economiche della famiglia egli non poteva frequentare la scuola. Lavorava come pastore, accudendo le mucche e le pecore dei suoi vicini. Ghesce Dondup Tsering aveva però il grande desiderio di studiare la filosofia buddhista e si sentiva ispirato quando vedeva i monaci. Per questo chiedeva ripetutamente ai genitori di poter studiare. Finalmente gli consentirono di frequentare uno zio monaco. Nel 1981, quando il Dalai Lama diede l’iniziazione di Kalachakra nell´Arunachal Pradesh, Ghesce Dondup Tsering incontrò molti monaci, che gli consigliarono di frequentare uno dei grandi monasteri del sud dell’India. All’età di quindici anni si trasferì al monastero di Sera Je assieme a un amico del suo stesso villaggio. Fu subito accettato nella classe di filosofia e si stabilì nella casa Drati-Kamtsen destinata ai monaci di provenienza di quella zona dell’Himalaya, sotto la guida di Lama Zopa Rinpoce.
Ghesce Dondup Tsering si sentiva molto fortunato perché poteva entrare nel grande monastero e realizzare il suo sogno di diventare monaco. Inizialmente la residenza al monastero fu molto dura, perché non aveva abbastanza da mangiare e le condizioni di vita non erano molto buone. Fortunatamente dopo tre anni una signora di Trieste iniziò a sponsorizzarlo. Questo gli permise di seguire un percorso di studi molto impegnativo che durò 16 anni, fino all’esame finale di Ghesce Lharampa nel 2002. Per completare gli studi frequentò per un anno il collegio tantrico Gyumed.

Dal 2004 al 2006 Ghesce Dondup Tsering è stato membro del comitato per la supervisione della costruzione del nuovo tempio per il Drati Kamtsen. Dal 2005 al 2008 ha insegnato filosofia buddhista ai giovani monaci e ha fatto parte del comitato per gli studi filosofici di Sera-je, che si occupa tra l’altro degli esami per gli studenti.
Nel 2009 Lama Zopa Rinpoce ha chiesto a Ghesce Dondup Tsering di diventare Lama residente presso il Centro Kushi Ling di Arco (Tn) e di insegnare anche in altri centri italiani. Egli ha accettato volentieri, ricordando la generosità del suo mecenate italiano. Il 14 aprile 2010 è arrivato in Italia e il 20 aprile ha dato i primi insegnamenti in Italia.

Da settembre 2014 ha accettato di insegnare il Basic Program presso il Centro Tara Cittamani di Padova. Da Aprile 2016 è Lama residente del Centro Tara Cittamani di Padova.

mag
8
dom
2016
VERITA’ DEL SENTIERO- Ven.Ghesce Dondup Tsering
mag 8 @ 10:00
VERITA’ DEL SENTIERO- Ven.Ghesce Dondup Tsering

Cari Amici,

il Venerabile Ghesce Dondup Tsering il week end del 7 e 8 maggio ci introdurrà alla “Verità della Cessazione”.  In questo week end sarà approfondita l’ultima delle Quattro Nobili Verità mettendo in rilievo il sentiero dei tre addestramenti: l’addestramento all’etica, l’addestramento alla concentrazione e l’addestramento alla saggezza.

Questo il programma:

sabato 7 Maggio dalle 15,00 alle 18,00

domenica 8 Maggio dalle 10,00 alle 12,30

Gli insegnamenti sono ad offerta libera

Ghesce Dondup Tsering è nato nel 1971 in una famiglia di contadini a Tawang nell´Arunachal Pradesh, una zona dell´Himalaya Indiana vicino al confine con il Tibet. Ha nove tra fratelli e sorelle. Ghesce Dondup Tsering era il figlio maschio più piccolo. A causa delle difficoltà economiche della famiglia egli non poteva frequentare la scuola. Lavorava come pastore, accudendo le mucche e le pecore dei suoi vicini. Ghesce Dondup Tsering aveva però il grande desiderio di studiare la filosofia buddhista e si sentiva ispirato quando vedeva i monaci. Per questo chiedeva ripetutamente ai genitori di poter studiare. Finalmente gli consentirono di frequentare uno zio monaco. Nel 1981, quando il Dalai Lama diede l’iniziazione di Kalachakra nell´Arunachal Pradesh, Ghesce Dondup Tsering incontrò molti monaci, che gli consigliarono di frequentare uno dei grandi monasteri del sud dell’India. All’età di quindici anni si trasferì al monastero di Sera Je assieme a un amico del suo stesso villaggio. Fu subito accettato nella classe di filosofia e si stabilì nella casa Drati-Kamtsen destinata ai monaci di provenienza di quella zona dell’Himalaya, sotto la guida di Lama Zopa Rinpoce.
Ghesce Dondup Tsering si sentiva molto fortunato perché poteva entrare nel grande monastero e realizzare il suo sogno di diventare monaco. Inizialmente la residenza al monastero fu molto dura, perché non aveva abbastanza da mangiare e le condizioni di vita non erano molto buone. Fortunatamente dopo tre anni una signora di Trieste iniziò a sponsorizzarlo. Questo gli permise di seguire un percorso di studi molto impegnativo che durò 16 anni, fino all’esame finale di Ghesce Lharampa nel 2002. Per completare gli studi frequentò per un anno il collegio tantrico Gyumed.

Dal 2004 al 2006 Ghesce Dondup Tsering è stato membro del comitato per la supervisione della costruzione del nuovo tempio per il Drati Kamtsen. Dal 2005 al 2008 ha insegnato filosofia buddhista ai giovani monaci e ha fatto parte del comitato per gli studi filosofici di Sera-je, che si occupa tra l’altro degli esami per gli studenti.
Nel 2009 Lama Zopa Rinpoce ha chiesto a Ghesce Dondup Tsering di diventare Lama residente presso il Centro Kushi Ling di Arco (Tn) e di insegnare anche in altri centri italiani. Egli ha accettato volentieri, ricordando la generosità del suo mecenate italiano. Il 14 aprile 2010 è arrivato in Italia e il 20 aprile ha dato i primi insegnamenti in Italia.

Da settembre 2014 ha accettato di insegnare il Basic Program presso il Centro Tara Cittamani di Padova. Da Aprile 2016 è Lama residente del Centro Tara Cittamani di Padova.

mag
10
mar
2016
CORSO DI MEDITAZIONE
mag 10 @ 20:30

CORSO DI MEDITAZIONE

A partire dal 10 Novembre, ogni martedi ci sarà un corso di meditazione  dalle 20,30 alle 22,00, il corso ad offerta libera, è aperto a tutti, anche a chi non ha esperienza di meditazione.

Insieme cercheremo di capire:

– cosa si intende per meditazione

– perché si medita

– come meditare

Gli incontri prevedono sessioni di meditazione concentrativa, chiamata:  shinè (tibetano), samatha (sanscrito) o calmo dimorare, in cui si porta l’attenzione sul respiro per lo sviluppo di concentrazione e consapevolezza; sessioni di meditazione analitica, chiamata: lha tong (tibetano),vipashyana (sanscrito) o visione superiore, in cui attraverso meditazioni guidate analizzeremo diversi soggetti quali: l’amore, la gentilezza, il valore della vita umana, la compassione, la sofferenza, la natura effimera dei fenomeni, la saggezza, ed altri ancora.

La meditazione faciliterà la quiete mentale, favorirà l’introspezione e l’interiorizzazione dei concetti presentati portando gradualmente alla trasformazione della propria mente.

il corso è ad offerta libera

Il corso è tenuto da Marco Parolin, studente di Dharma dal 1996. I suoi maestri  principali sono: Sua Santità il Dalai Lama, Lama Zopa Rinpoce, Denma Locho Rinpoce, Dagri Rinpoce,  Ghesce Ciampa Ghiatso, ed altri Lama tibetani. Dal 2005 conduce corsi di meditazione, dal 2012 è direttore del Centro Tara Cittamani.

mag
12
gio
2016
UNA NUOVA ETICA PER UN MONDO DI PACE- Ghesce Dondup Tsering
mag 12 @ 20:30

UNA NUOVA ETICA PER UN MONDO DI PACE- Ghesce Dondup Tsering

Cari Amici,

inizia giovedì 7 Aprile alle 20,30 il corso “Una nuova etica per un mondo di pace” con Ghesce Dondup Tsering.

La sfida per questo nuovo millennio è costruire un mondo di pace per tutti gli esseri, questo è possibile costruendo un cuore pacifico per noi in prima persona per poi riuscire a dare il nostro contributo per un mondo di pace. Alla base di questo sviluppo c’è l’etica che non solo porta ad astenersi dal compiere il male ma che accompagna l’individuo ad impegnarsi nella generosità, nella pazienza, sempre con gioia e attenzione sorrette dalla saggezza che è il fondamento di tutte le buone qualità.

Il corso ad offerta libera è adatto a tutti.

Ghesce Dundup in modo semplice e diretto fornirà utili indicazioni per la nostra trasformazione interiore.

Ghesce Dondup Tsering è nato nel 1971 in una famiglia di contadini a Tawang nell´Arunachal Pradesh, una zona dell´Himalaya Indiana vicino al confine con il Tibet. Ha nove tra fratelli e sorelle. Ghesce Dondup Tsering era il figlio maschio più piccolo. A causa delle difficoltà economiche della famiglia egli non poteva frequentare la scuola. Lavorava come pastore, accudendo le mucche e le pecore dei suoi vicini. Ghesce Dondup Tsering aveva però il grande desiderio di studiare la filosofia buddhista e si sentiva ispirato quando vedeva i monaci. Per questo chiedeva ripetutamente ai genitori di poter studiare. Finalmente gli consentirono di frequentare uno zio monaco. Nel 1981, quando il Dalai Lama diede l’iniziazione di Kalachakra nell´Arunachal Pradesh, Ghesce Dondup Tsering incontrò molti monaci, che gli consigliarono di frequentare uno dei grandi monasteri del sud dell’India. All’età di quindici anni si trasferì al monastero di Sera Je assieme a un amico del suo stesso villaggio. Fu subito accettato nella classe di filosofia e si stabilì nella casa Drati-Kamtsen destinata ai monaci di provenienza di quella zona dell’Himalaya, sotto la guida di Lama Zopa Rinpoce.
Ghesce Dondup Tsering si sentiva molto fortunato perché poteva entrare nel grande monastero e realizzare il suo sogno di diventare monaco. Inizialmente la residenza al monastero fu molto dura, perché non aveva abbastanza da mangiare e le condizioni di vita non erano molto buone. Fortunatamente dopo tre anni una signora di Trieste iniziò a sponsorizzarlo. Questo gli permise di seguire un percorso di studi molto impegnativo che durò 16 anni, fino all’esame finale di Ghesce Lharampa nel 2002. Per completare gli studi frequentò per un anno il collegio tantrico Gyumed.

Dal 2004 al 2006 Ghesce Dondup Tsering è stato membro del comitato per la supervisione della costruzione del nuovo tempio per il Drati Kamtsen. Dal 2005 al 2008 ha insegnato filosofia buddhista ai giovani monaci e ha fatto parte del comitato per gli studi filosofici di Sera-je, che si occupa tra l’altro degli esami per gli studenti.
Nel 2009 Lama Zopa Rinpoce ha chiesto a Ghesce Dondup Tsering di diventare Lama residente presso il Centro Kushi Ling di Arco (Tn) e di insegnare anche in altri centri italiani. Egli ha accettato volentieri, ricordando la generosità del suo mecenate italiano. Il 14 aprile 2010 è arrivato in Italia e il 20 aprile ha dato i primi insegnamenti in Italia.

Da settembre 2014 ha accettato di insegnare il Basic Program presso il Centro Tara Cittamani di Padova. Da Aprile 2016 è Lama residente del Centro Tara Cittamani di Padova.

mag
14
sab
2016
Basic Program – Una guida allo stile di vita del Bodhisattva
mag 14 @ 15:00

 Basic Program – Una guida allo stile di vita del Bodhisattva

Dondup

 

 

 

 

 

 

Sabato 14 Maggio 15:00 – 18:00

Domenica 15 Maggio 10:00 -12:30  14:30-17:30

“Fino a quando lo spazio perdura e fino a quando ci saranno esseri viventi, fino ad allora possa anch’io dimorare, per eliminare l’infelicità del mondo.” 
L’insegnamento sulle azioni dei bodhisattva è basato sugli ispirati versi di Shantideva concernenti l’aspirazione e la pratica Mahayana, composti più di mille anni fa e tuttora ampiamente considerati come la più autentica e completa guida per il praticante dedito all’illuminazione di tutti gli esseri. Questa elevatissima motivazione è il cuore del suddetto testo, che spazia da semplici e pratiche tecniche per sviluppare la generosità e rapportarsi alle emozioni distruttive, fino al più raffinato dibattito sulla verità ultima. Grazie alla sua autenticità e alla sua applicabilità alla vita quotidiana, questo classico è probabilmente il testo sacro citato più frequentemente negli insegnamenti dei maestri di buddhismo tibetano.

TESTO RADICE
Shantideva, Una Guida allo Stile di Vita del Bodhisattva (Bodhisattvacaryavatara; bYang chub sems pa’i spyod pa la ’jug pa)
COMMENTARIO
Dragpa Ghieltsen, Preziosa Ghirlanda: Commentario a ‘Una guida allo Stile di Vita del Bodhisattva’ [di Shantideva] (Byang chub sems dpa’i spyod pa la ’jug pa’i tikka rin po che’i phreng ba)

 

Maestro: Ghesce Dondup Tsering

Corso a numero chiuso, per partecipare è obbligatorio l’iscrizione .

Per info info@taracittamani.it

 

mag
15
dom
2016
Basic Program – Una guida allo stile di vita del Bodhisattva
mag 15 @ 10:00

 Basic Program – Una guida allo stile di vita del Bodhisattva

Dondup

 

 

 

 

 

 

Sabato 14 Maggio 15:00 – 18:00

Domenica 15 Maggio 10:00 -12:30  14:30-17:30

“Fino a quando lo spazio perdura e fino a quando ci saranno esseri viventi, fino ad allora possa anch’io dimorare, per eliminare l’infelicità del mondo.” 
L’insegnamento sulle azioni dei bodhisattva è basato sugli ispirati versi di Shantideva concernenti l’aspirazione e la pratica Mahayana, composti più di mille anni fa e tuttora ampiamente considerati come la più autentica e completa guida per il praticante dedito all’illuminazione di tutti gli esseri. Questa elevatissima motivazione è il cuore del suddetto testo, che spazia da semplici e pratiche tecniche per sviluppare la generosità e rapportarsi alle emozioni distruttive, fino al più raffinato dibattito sulla verità ultima. Grazie alla sua autenticità e alla sua applicabilità alla vita quotidiana, questo classico è probabilmente il testo sacro citato più frequentemente negli insegnamenti dei maestri di buddhismo tibetano.

TESTO RADICE
Shantideva, Una Guida allo Stile di Vita del Bodhisattva (Bodhisattvacaryavatara; bYang chub sems pa’i spyod pa la ’jug pa)
COMMENTARIO
Dragpa Ghieltsen, Preziosa Ghirlanda: Commentario a ‘Una guida allo Stile di Vita del Bodhisattva’ [di Shantideva] (Byang chub sems dpa’i spyod pa la ’jug pa’i tikka rin po che’i phreng ba)

 

Maestro: Ghesce Dondup Tsering

Corso a numero chiuso, per partecipare è obbligatorio l’iscrizione .

Per info info@taracittamani.it

 

mag
17
mar
2016
CORSO DI MEDITAZIONE
mag 17 @ 20:30

CORSO DI MEDITAZIONE

A partire dal 10 Novembre, ogni martedi ci sarà un corso di meditazione  dalle 20,30 alle 22,00, il corso ad offerta libera, è aperto a tutti, anche a chi non ha esperienza di meditazione.

Insieme cercheremo di capire:

– cosa si intende per meditazione

– perché si medita

– come meditare

Gli incontri prevedono sessioni di meditazione concentrativa, chiamata:  shinè (tibetano), samatha (sanscrito) o calmo dimorare, in cui si porta l’attenzione sul respiro per lo sviluppo di concentrazione e consapevolezza; sessioni di meditazione analitica, chiamata: lha tong (tibetano),vipashyana (sanscrito) o visione superiore, in cui attraverso meditazioni guidate analizzeremo diversi soggetti quali: l’amore, la gentilezza, il valore della vita umana, la compassione, la sofferenza, la natura effimera dei fenomeni, la saggezza, ed altri ancora.

La meditazione faciliterà la quiete mentale, favorirà l’introspezione e l’interiorizzazione dei concetti presentati portando gradualmente alla trasformazione della propria mente.

il corso è ad offerta libera

Il corso è tenuto da Marco Parolin, studente di Dharma dal 1996. I suoi maestri  principali sono: Sua Santità il Dalai Lama, Lama Zopa Rinpoce, Denma Locho Rinpoce, Dagri Rinpoce,  Ghesce Ciampa Ghiatso, ed altri Lama tibetani. Dal 2005 conduce corsi di meditazione, dal 2012 è direttore del Centro Tara Cittamani.

mag
19
gio
2016
Creazione di un mandala di sabbia @ Centro Culturale San Gaetano
mag 19 @ 15:00
Creazione di un mandala di sabbia @ Centro Culturale San Gaetano | Padova | Veneto | Italia

Cari Amici siamo lieti di invitarvi al Tour delle Arti Sacre dell’Himalaya

Dal 16 al 23 Maggio ospiteremo sei monaci del Ngari Khantsen del monastero Sera Je. I sei monaci a Padova eseguiranno: la creazione di un mandala di sabbia, lo spettacolo “Il Soffio di Ngari”, un laboratorio per bambini e adulti di introduzione all’arte sacra della creazione di mandala di sabbia. Inoltre all’interno del programma del tour si aggiungerà la presentazione del libro “Pellegrinaggio Buddhista”di Carlo Buldrini.

Lo scopo del tour è quello di raccogliere i fondi necessari per portare a termine il nuovo tempio nel Ngari Khantsen, tempio utilizzato per le meditazioni, per le classi di insegnamento, per le conferenze e le varie pratiche della tradizione buddista.

L’evento è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cooperazione Internazionale del Comune di Padova

Questo il programma:

Creazione di un mandala di sabbia 

inaugurazione giovedì 19 maggio ore 15.00, da giovedì 19 a lunedì 23 i monaci lavoreranno al mandala, lunedì 23 maggio alle ore 19.00 ci sarà la cerimonia di dissoluzione del mandala.

Il Mandala è una forma di arte sacra, rappresenta simbolicamente il Palazzo di uno specifico Buddha, viene utilizzato come base su cui meditare, ogni disegno e colore ha un significato simbolico, niente viene scelto arbitrariamente. Il Mandala viene realizzato con milioni di granelli di sabbia colorata, ogni Mandala ha lo scopo di generare amore e compassione.

La parola Mandala è di origine sanscrita e letteralmente significa essenza (manda) e contenere (la) e viene tradotta come “contenitore dell’essenza” o “cerchio sacro”. Durante questa “liturgia” i monaci i monaci versano con un cono di metallo ed un bacchetta le sabbie colorate su un disegno di base avente forma principalmente geometrica.

Al termine della realizzazione il Mandala viene dissolto e la sabbia colorata viene distribuita tra i presenti e in parte dissolta in un corso d’acqua perchè possa portare pace e amore a tutta la Terra.

 

Date Dharma Practice  >>

News

Notizie dal Centro

  • DSC_3944

TOUR DELLE ARTI SACRE DELL’HIMALAYA

Cari Amici siamo lieti di invitarvi al “Tour delle Arti Sacre dell’Himalaya”

Dal 19 al 23 Maggio ospiteremo sei monaci del Ngari Khantsen del monastero […]

  • mudragenerosità

PRATICA DELLA GENEROSITA’

Cari Amici,

traendo ispirazione dalle parole di Shantideva vogliamo offrire la possibilità di praticare la Generosità anche attraverso un semplice gesto, quale quello di donare […]

Altre notizie

Lama Zopa Rinpoche arrived in Hong Kong this week to give teachings and initiations organized by Mahayana Buddhist Association (Cham Tse Ling). Rinpoche’s teachings on May 1 and 2 are scheduled to be streamed live on FPMT’s Livestream page [...]

All of us live with reminders of impermanence and the loss of those we hold dear, yet it is difficult to accept the inevitability of our own deaths or the deaths of our loved ones. While avoiding death is not ...read full article » [...]

In late February, Lama Zopa Rinpoche liberated three goat at Maratika, Nepal, site of the famed Maratika Caves associated with Padmasambhava and long life. In a new video on FPMT’s YouTube channel , Rinpoche leads an extensive motivation fo [...]

For the last few years Lama Zopa Rinpoche has been offering the food for the monks studying at Idgaa Choizinling College in Mongolia. Recently US$5,564 was offered to cover the costs of offering lunch to all of the thirty-five monks ...read [...]

On April 8, Lama Zopa Rinpoche traveled from Kuala Lumpur, where he taught at Losang Dragpa Centre, to Rinchen Jangsem Ling Retreat Centre (RJL), arriving in the early evening. The beautiful, rural center is located in the middle of a ...re [...]

Lama Zopa Rinpoche gave a photo of Chenrezig to a waitress he met at a restaurant in Darjeeling, India. Later, he sent her this advice, recently published on the Lama Yeshe Wisdom Archive, which includes an explanation of the visualization, [...]

By Institut Vajra Yogini staff In September 2014, Lama Zopa Rinpoche gave the transmission of the Sutra of Golden Light at the Great Stupa of Universal Compassion and Wisdom in Bendigo, Australia. Inspired by Rinpoche’s emphasis on the sutr [...]

Light of the Path Retreat 2016 (August 14-August 28, 2016) is the fourth part of series of teaching retreats led by Lama Zopa Rinpoche in Black Mountain, North Carolina, USA, and hosted by FPMT’s Kadampa Center. The root text for ...read fu [...]

On the last day of March, Lama Zopa Rinpoche arrived at 1:30 a.m. at Losang Dragpa Centre (LDC) in Kuala Lumpur, Malaysia, after driving from Penang, where he had given teachings and initiations organized by Chokyi Gyaltsen Center. There we [...]

Photogallery

Facebook

Link