Centro per lo Studio della Psicologia e Filosofia Buddhista Tibetana

Possano tutti gli esseri senzienti ottenere la felicità e le sue cause.
Possano tutti gli esseri senzienti essere liberi dalla sofferenza e dalla sua cause.
Possano tutti gli esseri senzienti essere inseparabili dalla beatitudine priva di dolore.
Possano tutti gli esseri senzienti dimorare nell’equanimitàlibera dai pregiudizi dalla bramosia e dall’odio.


Iscriviti subito

Registrati alla nostra newsletter!

Iscrivendoti alla nostra newsletter resterai sempre informato sulle novità del Centro
Iscriviti subito

News

Notizie dal Centro

Agenda

LA VIA DEL BODHISATTVA- Ven.Ghesce Dondup Tsering

 LA VIA DEL BODHISATTVA A partire da giovedì 4 0tt0bre dalle ore 20,30 alle ore 22,00   Cari Amici, riprendono [...]

BASIC PROGRAM: ISCRIZIONE AL MODULO “Terreni e sentieri del mantra segreto”

"Studiare il Dharma significa diminuire la propria ignoranza e acquisire saggezza. Significa avere maggiori opportunità di acquisire la liberazione dal [...]

Altre notizie

We hope you will enjoy the September FPMT International Office e-News. This month we bring you: The [...]

In the complimentary Living in the Path module “The Eight Mahayana Precepts,” Lama Zopa Rinpoche sho [...]

Teachings from Singapore 2018 Venue: Amitabha Buddhist Centre, Singapore Date: 13 to 29 September 20 [...]

FPMT center Centro Shiwa Lha in Rio de Janeiro, Brazil, hosted Geshe Lobsang Jamphel, abbot of Nalan [...]

Since 2015, the FPMT Social Services Fund has been supporting Rabye Ling Old Aged Home in Hunsur, In [...]

Lama Zopa Rinpoche’s care for animals is well known. What’s perhaps less well known is Rinpoche’s cr [...]

The Foundation Service Seminar (FSS) is the “FPMT immersion retreat.” It provides essential informat [...]

“There are no words to adequately describe the immense feelings of blessings, love, and bliss that e [...]

Did you know there is a Vajra Cutter Sutra resource page on FPMT.org? The page features translations [...]

Ven. Losang Dondrub, spiritual program coordinator at The Guhyasamaja Center, an FPMT center in the [...]

CORSO DI CAMPANE TIBETANE con Giovanni Del Casale

Il corso ha lo scopo di condividere le nozioni di base per imparare a suonare consapevolmente le campane tibetane; è [...]

CORSO DI INTRODUZIONE AL BUDDHISMO- con Massimo Tommasi

Cari Amici siamo lieti di  invitarvi al corso di: "Introduzione al buddhismo" Durante i tre incontri di “Introduzione al buddhismo” [...]

Set
25
mar
2018
PRESENTAZIONE DEL CORSO TAIJI QUAN – L’arte che dà forma al vuoto
Set 25@19:00

Presentazione Corso di TAIJI QUAN – L’arte che dà forma al vuoto

Presentazione:

TAI JI QUAN 太极拳
Creato da Zhang San Feng combinando una serie di movimenti legati alla teoria dello Yin e Yang e a tecniche di combattimento marziale con tredici movimenti fondamentali.

La pratica del TaiJi richiede un perfetto controllo della mente, del respiro, concentrazione e coordinazione, avendo come risultato  benefici a livello fisico e  mentale.
E’ bene ricordare che il TaiJi non è solo la forma in sé stessa, ma è soprattutto filosofia e cultura.
Le forme che si praticano aiutano a mantenere una mente calma e rilassata e ad alleviare tensioni, facendo emergere le proprie potenzialità nascoste che possono così fluire liberamente  lungo il corpo donando vitalità e forza fisica.
La cultura taoista da dove nasce il Taiji infatti non si trova solo nelle arti marziali, ma soprattutto nei cosiddetti esercizi di nutrimento della vita.
Il programma sarà composto dallo studio e pratica di:

– Cinque passi fondamentali
– forma 8
– forma 16
– forma 24

Giorno e orari :

da lunedì 1 ottobre

lunedì dalle ore 18,30 alle ore 20,00

Costo :

45 euro al mese

120 euro a trimestre

Partecipanti:

max 20

Insegnante:

Ven. Franz Seiun Zampiero Nel ’99 si reca in Giappone dove viene accettato dall’ordine Shugendo, tradizione nata dal sincretismo tra Shinto e gli insegnamenti MIkkyo del buddhismo Kongojo (buddhismo Vajrayana o Tantrayana) e dopo un periodo di noviziato riceve l’ ordinazione di Yamabushi (monaco di montagna) con il nome religioso di Seiun. Nel 2008 riceve in Srilanka l’ordinazione secondo la tradizione buddhista Theravada ricevendo il nome religioso di Dhammadara. Il Ven. Seiun Zampiero è anche conosciuto in Italia come maestro di antiche arti marziali (Ko-Bujutsu), come Jujutsu, Taijutsu, Kempo, Bugei secondo gli insegnamenti tramamdati dal Granmaestro Takamatsu Sumisuke in linea con il lignaggio dell’Amatsu Tatara che prevedeva una formazione onnicomprensiva sulle “tre sfere” (militare, medica e spirituale) di uno Shidosha (maestro delle vie) . Il monaco Seiun fonda la scuola Sakushinkan per la preservazione degli antichi insegnamenti guerrieri giapponesi di cui è presidente e guida.

 

Set
26
mer
2018
Presentazione CORSO YOGA IYENGAR
Set 26@8:00

Presentazione CORSO DI YOGA IYENGAR

Presentazione:

Il metodo Iyengar prende il nome dal fondatore, il Maestro B.K.S. Iyengar (1918-2014) nato e vissuto in India a Pune. Nella sua lunga carriera ha studiato e codificato una specifica didattica d’insegnamento che prevede l’uso di attrezzi, come ad esempio mattoni in legno, coperte, cinture, cuscini ed altro ancora.

Grazie ai supporti gli allievi possono avvicinarsi agli asana in modo graduale e sviluppare forza, flessibilità e controllo per ottenere il massimo beneficio fisico, emotivo e mentale dalla pratica eseguita in base alla propria costituzione fisica e nel rispetto delle proprie possibilità del momento.

Oltre all’utilizzo dei supporti, le altre caratteristiche peculiari del metodo sono la ricerca dell’allineamento, della simmetria e la precisione nell’esecuzione, nonché la durata e la sequenza delle posizioni.

Giorno e orari :

da lunedì 8 ottobre

primo corso lunedì dalle ore 18,30 alle ore 20,00

secondo corso mercoledì dalle ore 20,00 alle ore 21,30

Costo :

45 euro al mese

120 euro a trimestre

Partecipanti: max 20

Insegnante:

Mauro Bisello: Pratica yoga dal 1999 e da sempre segue il metodo Iyengar.
Ha praticato a lungo arti marziali raggiungendo il grado di I Dang di Viet Vo Dao e diventando inoltre istruttore di Viet Tai Chi.
Il vivo interesse per la cultura orientale l’ha portato a compiere  numerosi viaggi in India ed a studiare i testi dell’induismo per approfondire i temi della spiritualità

Set
27
gio
2018
Presentazione Workshop: Il sogno lucido
Set 27@20:30

Presentazione Workshop: Il sogno lucido

Presentazione:

Il sogno lucido – sognare sapendo di sognare – è un fenomeno noto a molte culture e riscoperto di recente in occidente su basi scientifiche. Non si tratta di un’abilità paranormale, ma di una potenzialità che abbiamo tutti e che può essere sviluppata attraverso semplici pratiche. Questo percorso, che comincia dedicando maggiore attenzione alla dimensione del sogno, permette di costruire un ponte tra la coscienza di veglia e lo stato di sogno: si apre così un inesauribile campo di esperienza che può essere esplorato in molteplici direzioni. In base alla prospettiva filosofica e spirituale che adottiamo, il sogno lucido consente di approfondire la conoscenza di sé e del proprio inconscio, compiere un percorso auto-terapeutico, progredire nel proprio sviluppo spirituale e, secondo alcuni, accedere a dimensioni diverse dalla nostra, ma altrettanto reali. In particolare, secondo la tradizione tantrica tibetana, la coscienza di sogno,molto più sottile di quella della veglia, permette di realizzare più chiaramente la natura della mente, oltre a dischiudere un campo estremamente proficuo per le proprie pratiche spirituali. Nel nostro workshop esploreremo diverse prospettive sul sogno lucido – tra cui il buddhismo tibetano,  le ricerche di Castaneda e le indagini scientifiche di La Berge – e adotteremo un approccio integrato con cui imparare ad accedere a questo stato e utilizzarlo costruttivamente nella nostra vita.

Giorno e orari :

da mercoledì 10 Ottobre

dalle ore 20,30 alle ore 22,30

Costo :

90 euro per 8 incontri

Insegnante:

Francesco Tormen: Dopo aver conseguito la Laurea in Filosofia presso l’Università di Padova, trascorre gli anni del suo Dottorato di Ricerca (ottenuto anch’esso a Padova) nell’Università Monastica di Studi Buddhisti Tibetani a Sera Jey, in India, dove studia il pensiero buddhista e la lingua tibetana. Da allora collabora con vari centri in tutta Italia, lavorando come traduttore e interprete dei Lama tibetani che trasmettono il Dharma in occidente. Ciò che ispira il suo lavoro è il desiderio di rendere accessibili alla cultura contemporanea la profonda conoscenza della mente e le pratiche contemplative che provengono dall’universo buddhista. In quest’ottica,accanto alla filosofia, i suoi interessi si concentrano sulla meditazione, sul sogno lucido e su altri stati di coscienza affini, conosciuti e praticati da molte tradizioni ma per lo più ignorati in occidente. In parallelo all’impegno nella traduzione e nell’interpretariato, insegna la lingua tibetana classica presso il centro Tara Cittamani, conduce ritiri di meditazione e sogno lucido e insegna filosofia e sociologiaall’Istituto di Medicina Globale, dove per diversi anni ha anche affiancato Bruno di Loreto Wûrmsnella conduzione del Laboratorio di Transpersonale e ha co-diretto varie attività di teatroterapia.

 

 

Set
28
ven
2018
CORSO DI LINGUA TIBETANA CLASSICA
Set 28@20:00
CORSO DI LINGUA TIBETANA CLASSICA

Cari Amici,

Da venerdì 14 Settembre dalle ore 20,00 riprenderà il “Corso di lingua tibetana classica” .

Appuntamenti settimanali al venerdì da Settembre a Dicembre, 2 ore di lezione seguibili anche via skype.

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA

per informazioni: info@taracittamani.it

Di seguito la presentazione del corso:

Obiettivi

Il corso si propone di fornire una conoscenza di base della lingua tibetana classica, che consentirà allo studente di leggere un testo, individuarne la struttura grammaticale e sintattica e affrontarne la comprensione e la traduzione, con l’ausilio di dizionari. Si daràparticolare rilievo al lessico del Dharmae ai relativi generi letterari.

Modalità didattiche

Il corso prevede incontri a cadenza settimanale che includeranno: lezioni frontali supportate da materiale audiovisivo, esercitazionie revisioni degli esercizi assegnati per casa. Allo studente sarà richiesto un impegno moderato ma costante nello studio individuale. Non è previsto un esame finale, ma verranno periodicamente propostistrumenti di autovalutazione.

Materiale didattico

Fabian Sanders, La lingua tibetana classica, Hoepli Editore, Milano 2016.

Ulteriori materiali, cartacei ed elettronici, saranno forniti durante il corso.

Docenti

Dott.ssa Chiara Mascarello, Dott. Francesco Tormen.

Entrambi i docenti traducono in vari Centri di Dharma in Italia in particolare al Centro Tara Cittamani dove sono i traduttori del Basic Program.

Set
29
sab
2018
Basic Program – 4°capitolo dell’Ornamento per la Chiara Realizzazione
Set 29@15:00
Basic Program - 4°capitolo dell’Ornamento per la Chiara Realizzazione

Cari amici,

vi segnaliamo gli appuntamenti con 8° modulo del corso Basic Program che avrà come soggetto “Il 4°capitolo dell’Ornamento per la Chiara Realizzazione” :

Sabato 5 Maggio  Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 6 Maggio Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Sabato 26 Maggio  Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 27 Maggio Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Sabato 9 Giugno Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 10 Giugno Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Sabato 23 Giugno 2018  Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 24 Giugno 2018 Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Sabato 29 Settembre 2018  Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 30 Settembre 2018 Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

 

Corso a numero chiuso, per partecipare è obbligatorio l’iscrizione .

Per info info@taracittamani.it

 

Maestro: Ghesce Dondup Tsering

Nato nel 1971 in una famiglia di contadini a Tawang nell´Arunachal Pradesh, una zona dell´Himalaya Indiana vicino al confine con il Tibet. Ha nove tra fratelli e sorelle. Ghesce Dondup Tsering era il figlio maschio più piccolo. A causa delle difficoltà economiche della famiglia egli non poteva frequentare la scuola. Lavorava come pastore, accudendo le mucche e le pecore dei suoi vicini. Ghesce Dondup Tsering aveva però il grande desiderio di studiare la filosofia buddhista e si sentiva ispirato quando vedeva i monaci. Per questo chiedeva ripetutamente ai genitori di poter studiare. Finalmente gli consentirono di frequentare uno zio monaco. Nel 1981, quando il Dalai Lama diede l’iniziazione di Kalachakra nell´Arunachal Pradesh, Ghesce Dondup Tsering incontrò molti monaci, che gli consigliarono di frequentare uno dei grandi monasteri del sud dell’India. All’età di quindici anni si trasferì al monastero di Sera Je assieme a un amico del suo stesso villaggio. Fu subito accettato nella classe di filosofia e si stabilì nella casa Drati-Kamtsen destinata ai monaci di provenienza di quella zona dell’Himalaya, sotto la guida di Lama Zopa Rinpoce.
Ghesce Dondup Tsering si sentiva molto fortunato perché poteva entrare nel grande monastero e realizzare il suo sogno di diventare monaco. Inizialmente la residenza al monastero fu molto dura, perché non aveva abbastanza da mangiare e le condizioni di vita non erano molto buone. Fortunatamente dopo tre anni una signora di Trieste iniziò a sponsorizzarlo. Questo gli permise di seguire un percorso di studi molto impegnativo che durò 16 anni, fino all’esame finale di Ghesce Lharampa nel 2002. Per completare gli studi frequentò per un anno il collegio tantrico Gyumed.

Dal 2004 al 2006 Ghesce Dondup Tsering è stato membro del comitato per la supervisione della costruzione del nuovo tempio per il Drati Kamtsen. Dal 2005 al 2008 ha insegnato filosofia buddhista ai giovani monaci e ha fatto parte del comitato per gli studi filosofici di Sera-je, che si occupa tra l’altro degli esami per gli studenti.
Nel 2009 Lama Zopa Rinpoce ha chiesto a Ghesce Dondup Tsering di diventare Lama residente presso il Centro Kushi Ling di Arco (Tn) e di insegnare anche in altri centri italiani. Egli ha accettato volentieri, ricordando la generosità del suo mecenate italiano. Il 14 aprile 2010 è arrivato in Italia e il 20 aprile ha dato i primi insegnamenti in Italia.

Da settembre 2014 ha accettato di insegnare il Basic Program presso il Centro Tara Cittamani di Padova.

 

 

 

Set
30
dom
2018
Basic Program – 4°capitolo dell’Ornamento per la Chiara Realizzazione
Set 30@10:00
Basic Program - 4°capitolo dell’Ornamento per la Chiara Realizzazione

Cari amici,

vi segnaliamo gli appuntamenti con 8° modulo del corso Basic Program che avrà come soggetto “Il 4°capitolo dell’Ornamento per la Chiara Realizzazione” :

Sabato 5 Maggio  Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 6 Maggio Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Sabato 26 Maggio  Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 27 Maggio Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Sabato 9 Giugno Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 10 Giugno Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Sabato 23 Giugno 2018  Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 24 Giugno 2018 Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Sabato 29 Settembre 2018  Orario: 15:00 – 18:00

Domenica 30 Settembre 2018 Orario: 10:00 -12:30 14:30-17:30

 

Corso a numero chiuso, per partecipare è obbligatorio l’iscrizione .

Per info info@taracittamani.it

 

Maestro: Ghesce Dondup Tsering

Nato nel 1971 in una famiglia di contadini a Tawang nell´Arunachal Pradesh, una zona dell´Himalaya Indiana vicino al confine con il Tibet. Ha nove tra fratelli e sorelle. Ghesce Dondup Tsering era il figlio maschio più piccolo. A causa delle difficoltà economiche della famiglia egli non poteva frequentare la scuola. Lavorava come pastore, accudendo le mucche e le pecore dei suoi vicini. Ghesce Dondup Tsering aveva però il grande desiderio di studiare la filosofia buddhista e si sentiva ispirato quando vedeva i monaci. Per questo chiedeva ripetutamente ai genitori di poter studiare. Finalmente gli consentirono di frequentare uno zio monaco. Nel 1981, quando il Dalai Lama diede l’iniziazione di Kalachakra nell´Arunachal Pradesh, Ghesce Dondup Tsering incontrò molti monaci, che gli consigliarono di frequentare uno dei grandi monasteri del sud dell’India. All’età di quindici anni si trasferì al monastero di Sera Je assieme a un amico del suo stesso villaggio. Fu subito accettato nella classe di filosofia e si stabilì nella casa Drati-Kamtsen destinata ai monaci di provenienza di quella zona dell’Himalaya, sotto la guida di Lama Zopa Rinpoce.
Ghesce Dondup Tsering si sentiva molto fortunato perché poteva entrare nel grande monastero e realizzare il suo sogno di diventare monaco. Inizialmente la residenza al monastero fu molto dura, perché non aveva abbastanza da mangiare e le condizioni di vita non erano molto buone. Fortunatamente dopo tre anni una signora di Trieste iniziò a sponsorizzarlo. Questo gli permise di seguire un percorso di studi molto impegnativo che durò 16 anni, fino all’esame finale di Ghesce Lharampa nel 2002. Per completare gli studi frequentò per un anno il collegio tantrico Gyumed.

Dal 2004 al 2006 Ghesce Dondup Tsering è stato membro del comitato per la supervisione della costruzione del nuovo tempio per il Drati Kamtsen. Dal 2005 al 2008 ha insegnato filosofia buddhista ai giovani monaci e ha fatto parte del comitato per gli studi filosofici di Sera-je, che si occupa tra l’altro degli esami per gli studenti.
Nel 2009 Lama Zopa Rinpoce ha chiesto a Ghesce Dondup Tsering di diventare Lama residente presso il Centro Kushi Ling di Arco (Tn) e di insegnare anche in altri centri italiani. Egli ha accettato volentieri, ricordando la generosità del suo mecenate italiano. Il 14 aprile 2010 è arrivato in Italia e il 20 aprile ha dato i primi insegnamenti in Italia.

Da settembre 2014 ha accettato di insegnare il Basic Program presso il Centro Tara Cittamani di Padova.

 

 

 

Festa dei popoli 2018 @ Prato della Valle
Set 30@10:00–19:00
Festa dei popoli 2018 @ Prato della Valle | Padova | Veneto | Italia

Cari amici,
Domenica 30 Settembre 2018 il centro Taracittamani sarà presente
alla festa dei popoli che si svolgerà in Prato della Valle a Padova dalle 10:00 alle 19:00.

Vi aspettiamo numerosi

Ott
1
lun
2018
CORSO TAIJI QUAN – L’arte che dà forma al vuoto
Ott 1@18:30

Corso di TAIJI QUAN – L’arte che dà forma al vuoto

Presentazione:

TAI JI QUAN 太极拳
Creato da Zhang San Feng combinando una serie di movimenti legati alla teoria dello Yin e Yang e a tecniche di combattimento marziale con tredici movimenti fondamentali.

La pratica del TaiJi richiede un perfetto controllo della mente, del respiro, concentrazione e coordinazione, avendo come risultato  benefici a livello fisico e  mentale.
E’ bene ricordare che il TaiJi non è solo la forma in sé stessa, ma è soprattutto filosofia e cultura.
Le forme che si praticano aiutano a mantenere una mente calma e rilassata e ad alleviare tensioni, facendo emergere le proprie potenzialità nascoste che possono così fluire liberamente  lungo il corpo donando vitalità e forza fisica.
La cultura taoista da dove nasce il Taiji infatti non si trova solo nelle arti marziali, ma soprattutto nei cosiddetti esercizi di nutrimento della vita.
Il programma sarà composto dallo studio e pratica di:

– Cinque passi fondamentali
– forma 8
– forma 16
– forma 24

Giorno e orari :

da lunedì 1 ottobre

lunedì dalle ore 18,30 alle ore 20,00

Costo :

45 euro al mese

120 euro a trimestre

Partecipanti:

max 20

Insegnante:

Ven. Franz Seiun Zampiero Nel ’99 si reca in Giappone dove viene accettato dall’ordine Shugendo, tradizione nata dal sincretismo tra Shinto e gli insegnamenti MIkkyo del buddhismo Kongojo (buddhismo Vajrayana o Tantrayana) e dopo un periodo di noviziato riceve l’ ordinazione di Yamabushi (monaco di montagna) con il nome religioso di Seiun. Nel 2008 riceve in Srilanka l’ordinazione secondo la tradizione buddhista Theravada ricevendo il nome religioso di Dhammadara. Il Ven. Seiun Zampiero è anche conosciuto in Italia come maestro di antiche arti marziali (Ko-Bujutsu), come Jujutsu, Taijutsu, Kempo, Bugei secondo gli insegnamenti tramamdati dal Granmaestro Takamatsu Sumisuke in linea con il lignaggio dell’Amatsu Tatara che prevedeva una formazione onnicomprensiva sulle “tre sfere” (militare, medica e spirituale) di uno Shidosha (maestro delle vie) . Il monaco Seiun fonda la scuola Sakushinkan per la preservazione degli antichi insegnamenti guerrieri giapponesi di cui è presidente e guida.

 

Corso YOGA – Armonia del corpo e della mente (1° Corso)
Ott 1@18:30

CORSO HATHA YOGA – Armonia del corpo e della mente

Presentazione:

Dai preziosi insegnamenti di Patanjali alle pratiche classiche contenute nei testi fondamentali dello yoga.
Con lo scopo di portarci su stati di coscienza più elevati. Praticheremo asana e pranayama

Giorno e orari :

da lunedì 1 ottobre

primo corso lunedì dalle ore 18,30 alle ore 20,00

secondo corso lunedi dalle ore 20,30 alle ore 22,00

giorno di presentazione giovedì 27 settembre ore 20,00

Costo :

45 euro al mese

120 euro a trimestre

Partecipanti: max 20

Insegnante:

Andrea Serena: Ho iniziato a praticare lo yoga negli anni ‘90 con Eleonora Zecchin Rossetto. Nel 1998 conseguo la certificazione di Istruttore di Yoga presso la scuola “Vivekananda Kendra” di Bangalore in India.Dal 1997 seguo gli Insegnamenti e collaboro con Yogacharia Dr. M.V. Bhole di Lonavla-India.Ho collaborato al progetto “Yoga e Filosofia in carcere” con L.O.TU.S., il Ministero della Giustizia e la Regione Veneto.

Attualmente conduco Corsi in Veneto e Lombardia, tengo Seminari su “i Cinque Tibetani” e “Io Respiro” in tutta Italia.
Laureato in Filosofia dal Prof. Umberto Galimberti con tesi sullo Yoga classico di Patanjali;
Master Universitario in Consulenza Filosofica presso la Cà Foscari di Venezia.

Corso di YOGA – Armonia del corpo e della mente (2° Corso)
Ott 1@20:30

CORSO HATHA YOGA – Armonia del corpo e della mente

Presentazione:

Dai preziosi insegnamenti di Patanjali alle pratiche classiche contenute nei testi fondamentali dello yoga.
Con lo scopo di portarci su stati di coscienza più elevati. Praticheremo asana e pranayama

Giorno e orari :

da lunedì 1 ottobre

primo corso lunedì dalle ore 18,30 alle ore 20,00

secondo corso lunedi dalle ore 20,30 alle ore 22,00

giorno di presentazione giovedì 27 settembre ore 20,00

Costo :

45 euro al mese

120 euro a trimestre

Partecipanti: max 20

Insegnante:

Andrea Serena: Ho iniziato a praticare lo yoga negli anni ‘90 con Eleonora Zecchin Rossetto. Nel 1998 conseguo la certificazione di Istruttore di Yoga presso la scuola “Vivekananda Kendra” di Bangalore in India.Dal 1997 seguo gli Insegnamenti e collaboro con Yogacharia Dr. M.V. Bhole di Lonavla-India.Ho collaborato al progetto “Yoga e Filosofia in carcere” con L.O.TU.S., il Ministero della Giustizia e la Regione Veneto.

Attualmente conduco Corsi in Veneto e Lombardia, tengo Seminari su “i Cinque Tibetani” e “Io Respiro” in tutta Italia.
Laureato in Filosofia dal Prof. Umberto Galimberti con tesi sullo Yoga classico di Patanjali;
Master Universitario in Consulenza Filosofica presso la Cà Foscari di Venezia.

 

Date Dharma Practice  >>

Photogallery

Facebook

Link

error: Questo contenuto è protetto; si prega di non copiarlo. Grazie.